IMMAGINARE IL VOSTRO GIARDINO

I giardinieri più tradizionali a volte denigrano il concetto di design, sostenendo che un giardino è semplicemente uno spazio per le piante; senz’altro lo è, ma è molto più di un vivaio. Un giardino è l’estensione dei luoghi vivi della casa. Ha che fare oltre alle piante e ai fiori anche con pavimenti, mura, rivestimenti, strutture per ombreggiare, piscine, laghetti e molti altri elementi che genericamente descriviamo con termini di progettazione o architettura del verde, che concorrono tutti alla creazione di un’atmosfera che si adatta sia all’architettura della vostra casa che al vostro stile di vita. Il vero giardiniere si occupa di creare immagini, dove dispone le piante e i vari elementi in modo che diano un effetto pittorico complessivo. Un giardino è un luogo di bellezza e di relax, quindi abbiamo bisogno di uno spazio che sia ben disegnato per soddisfare questi bisogni di natura vicino a noi; ci è indispensabile per ritrovare ottimismo e fiducia nel futuro, per divertirsi e rilassarsi, per combattere i sintomi dello stress e anche per tenerci in forma. Il giardinaggio anche in terrazzo, aiuta a sentirsi meglio, in sintonia con i ritmi naturali, e a riscoprire colori, profumi e sapori veri: è un modo eccellente per non perdere di vista il benessere, la libertà e la salute.
Prato fiorito

CASA + GIARDINO = PAESAGGIO

Costruire un giardino equivale a creare un paesaggio o comunque modificare quello esistente. Ma cos’è un paesaggio? Di per sé può definirsi "paesaggio" un ambiente naturale realizzato dalla natura secondo le sue leggi o progettato e costruito dall’uomo. L’arte del paesaggismo consiste appunto nel plasmare e modificare le caratteristiche naturali di un ambiente all’aperto allo scopo di renderlo più piacevole e meglio fruibile in rapporto ai gusti e alle necessità personali. Casa e giardino dovrebbero costruire un ambiente armonioso e il giardino dovrebbe diventare la stanza più grande e composita della casa, un vero prolungamento dell’edificio. In questo senso il paesaggio può essere considerato un grande quadro vivente.
Disegna il giardino

PROGETTARE IL VOSTRO GIARDINO

Un giardino non nasce per caso. La naturalezza e la disposizione degli elementi sono dettate da regole e scelte che vengono effettuate alla sua fase iniziale. Esistono vari fattori da tenere in considerazione per la progettazione e creazione dei giardini. Prima di cominciare a progettare e a piantare il vostro giardino, considerate gli elementi basilari con cui dovete lavorare: l’ambiente e il paesaggio circostante, il clima e l’esposizione, il tipo di suolo, la pendenza del sito e altri possibili problemi che richiedono un’attenzione particolare (aree critiche, posizione dei servizi, esistenza di alberi...). Una volta fatta l’analisi del luogo, potete imbarcarvi nel processo di pianificazione del vostro giardino, installare sistemi di drenaggio e migliorare il terreno, così come costruire solide strutture architettoniche quali muri di sostegno, gradini, giardini rialzati, strutture ombrifere... Analizzate il clima e il terreno, sono componenti rilevanti da tenere in considerazione. Le temperature, la piovosità, l’umidità, il vento, l’intensità del sole e l’esposizione sono determinanti per la scelta delle piante, così come il terreno e la disponibilità di acqua. Osservate attentamente la vegetazione presente nell’ambiente. Utilizzate le associazioni vegetali tipiche della zona, inserendo al loro interno le piante ornamentali. Adottate soluzioni che siano in armonia con il luogo. Linee troppo rigide su un terreno ondulato o al contrario rendere ondulato un giardino in un luogo completamente piatto può rendere tutto troppo artificiale. La presenza di animali domestici rende necessari appropriati accorgimenti affinché gli animali possano vivere in libertà senza creare problemi. Il giardino permette di recuperare un contatto con la natura. Non va mai improvvisato, ma sempre studiato attentamente, sia che si tratti di un parco di più ettari che del giardinetto condominiale. Definito il progetto (in base anche a una lista dei vostri desideri: prato, aiuole, orto, frutteto, piscina, spazio barbecue, altri sport, pergolato, gazebo, solarium, zona ombreggiante, area giochi bimbi, area cani o altri animali, area servizi, rifiuti, area compost, ecc.) scegliete quali piante coltivare e dove sistemale. E’ bene iniziare con gli alberi, che per le maggiori dimensioni e il carattere permanente, costituiscono i punti focali cui subordinare la disposizione delle altre piante. Collocate gli alberi, dove si possono apprezzare la forma e dove abbiano la possibilità di svilupparsi liberamente. Piantate alberi con differenti grandezze, portamento, sfalsate mai in fila, e sempre dispari. Evitate le varietà che diventano troppo grandi per lo spazio disponibile. Tenete conto del portamento, del colore delle bacche, dei fiori e del fogliame. Nei giardini di piccole dimensioni, agli alberi con una fioritura spettacolare ma di breve durata, preferite quelli che si possono godere per gran parte dell’anno. E’ opportuno piantare le specie di grosse dimensioni lontane dagli edifici. Scelti e riportati gli alberi sulla cartina (albero giusto al posto giusto), passate agli arbusti per costruire l’ossatura dello schema. Distribuite i sempreverdi su tutta l’area. Nei giardini molto piccoli, dove non vi è spazio per gli alberi, gli arbusti ne prendono il posto, assumendo oltre alla funzione di ossatura anche quella di punti focali o accenti. Nell’elaborare il progetto riportate sulla carta e numerare i gruppi di piante secondo il mese nel quale sono più decorativi. Distribuite forme e colore in modo armonico e lungo tutto l’arco dell’anno. Con una pianificazione attenta in questa fase, puoi ottenere un giardino per tutte le stagioni. Le erbacee perenni sono piante che vivono molti anni ma con steli e foglie che muoiono in inverno per poi rinascere nuovamente in primavera. Senza erbacee perenni il giardino non sarebbe completo. I muri della casa e del giardino, le recinzioni, i pergolati, gli archi e gli edifici si possono abbellire con rampicanti ed arbusti. Queste piante traggono beneficio da una buona lavorazione del suolo e dalla somministrazione di fertilizzante per favorire la ritenzione di umidità, poiché la terra ai piedi dei muri e delle recinzioni può diventare molto arida. Per molte varietà sono necessari dei sostegni. L’edera e la vite del Canada si arrampicano da sole, ma per le altre è indispensabile tendere dei fili orizzontali o assicurare al muro dei graticci.
Progetta il tuo giardino Nella maggior parte dei giardini gli schemi cromatici (teoria del colore) comportano l’uso di un’ampia gamma di tonalità, che si devono tuttavia armonizzare con cura per evitare stonature. Nei giardini di piccole dimensioni limitate gli schemi monocolori a un solo border, per evitare che diventino monotoni oppure opprimenti. Se tuttavia si usano fiori annuali, nulla impedisce di mutare lo schema ogni anno, alternando agli azzurri, viola e porpora, i rossi, rosa e bianco panna, per passare poi ai gialli e verdi. Nei giardini monocolori si può creare una buona struttura di base con piante permanenti che abbiano varie gradazioni di verde e grigio. Non solo servirà a dare risalto ai fiori, ma costituirà anche un’attrattiva più cupi dell’anno. Una bordura formata da piante erbacee richiede molte più cure di un’analoga aiuola formata da alberi e arbusti. Ma la maggior fatica viene ampiamente compensata da una sequenza di fiori, colori, profumi che si estende per tutto l’anno. In una composizione di aiuola mista, tra fiori e i colori delle piante legnose ed erbacee non può mancare una categoria davvero speciale di perenni: le graminacee ornamentali. Si tratta di erbe dal carattere dinamico ed rigoglioso dove l’aiuola acquista una vivacità ineguagliabile. Infine nel vostro giardino giocate con gli effetti ottici creando cannocchiali visivi. Molti dei lavori e dei progetti di architettura paesaggistica e di costruzione richiedono determinate capacità e attrezzature dove il giardiniere ha un ruolo da protagonista, indispensabile nella costruzione della scena. Per info e servizi rivolgetevi alla nostra azienda recandovi sulla pagina dei contatti.

Chi progetta spazi verdi sa bene quanto sia importante l’impatto visivo del proprio lavoro. Il progetto deve coinvolgere il cliente anche a livello emotivo, dargli l’impressione di poter toccare con mano il futuro giardino e motivarlo a trasformare il sogno in realtà.

BOGANI GIARDINI

Bogani Giardini grazie a soluzioni innovative e funzionalità avanzate dei propri software di progettazione, crea progetti di eccezionale qualità e impatto visivo con tempi di lavorazione estremamente ridotti, a beneficio anche sui costi.

Fiore mandala